Sospetto focolaio in corioretinopatia centrale

Domanda: Esimio Dott.Magni,
le volevo chiedere che cosa si può fare in caso di una “sospetto focolaio in corioretinopatia centrale” in un bimbo di quattro mesi, ove i focolai sono presenti principalmente sull’occhio sx ed in minor modo su quello destro.-Nella giornata odierna è stato sottoposto in anestesia generale, a monitoraggio strumentale dall’equipè del Prof. Vadala’ del Bambin Gesù, un’ottima persona.
Loro mi hanno detto che se tali focolai sono attivi, vi potranno essere le cure del caso, altrimenti si potrebbe fare ben poco e per me non è chiaro che cosa sia questo “ben poco”.
In virtù del fatto che precocemente gli è stata diagnosticata, e grazie al cielo sono state escluse altre cause piu’ gravi, non vi sarebbero delle terapie anche se tali infiammazioni fossero cicatrizzate come dicono in quanto congenite.-lei sarei grato se mi volesse dare un chiarimento.
Sig. Antonio

Risposta: Caro Signor Antonio,
il caso che Lei mi sottopone è complesso e delicato, oltre a quanto è stato già fatto dai colleghi molto bene, si potrebbe indagare la madre per verificare ad esempio se ha avuto una infezione da rosolia durante la gravidanza (IgG e IgM antirosolia, antitoxoplasma). Non mi è chiaro che cosa si intenda per monitoraggio, forse hanno visto il fundus oculi per verificare se le lesioni si siano allargate, sarebbe bene che venissero fatte delle foto del fundus per essere certi della stabilità del quadro. State però certi che l’equipe del Prof. Vadalà, molto noto in Italia per competenza e serietà, farà quanto è possibile per curare adeguatamente suo figlio
Cordiali saluti
Roberto Magni

Domanda: Esimio Dott.Magni,
come lei mi ha indicato l’equipe del Prof. Vadala’ stanno svolgendo già un’ indagine sia a mia moglie per verificare ad esempio se ha avuto una infezione da rosolia durante la gravidanza (IgG e IgM antirosolia, antitoxoplasma). Per monitoraggio, hanno visto effettivamente il fundus oculi per verificare se le lesioni si siano allargate, e da esse emerge tale area patogena piu’ intensa sull’occhio sx e piu’ sfumata sul dx.- Il mio dubbio era se tale area con una terapia potrà scomparire o no?
Cordiali saluti
Sig. Antonio 

Risposta: I difetti di vista non sono ereditari ma vi può essere una qualche predisposizione, se entrambi i genitori hanno difetti di vista rilevanti.